'Fotografiamo innanzitutto per noi stessi, per assecondare la nostra natura e non il gusto banale del gran pubblico. Fotografiamo per permettere all'immagine di aprirsi e svelare una realtà altra, che però è sempre nostra.'
L’ordine, la pulizia, l’educazione, le metro silenziose, il cielo grigio la mattina, le bakarai, il kebab a 2 euro e 50, i festival in mezzo al nulla, la cauzione sui bicchieri, le donne che ci provano con gli uomini, la gente che aspetta che tutti scendano prima di salire,i tedeschi che parlano di cose dolci e sembrano arrabbiati, le donne con gli zainetti […]